Il generale Ivan Popov, accusato di frode, chiese di essere mandato al fronte
Didascalia foto: 
Foto: Telegramma

notizie

Il generale Ivan Popov, accusato di frode, chiese di essere mandato al fronte

Il generale delle forze armate russe Ivan Popov, accusato di frode, ha espresso il desiderio di recarsi nella zona di combattimento. Lo ha annunciato l'avvocato del generale, Sergei Buinovsky, in un'intervista alla TASS. Secondo lui, la difesa ha già iniziato a preparare i documenti necessari.

Se Popov dovesse andare al fronte, le indagini sul suo procedimento penale potrebbero essere sospese. L'avvocato ha chiarito che per questo l'immediato comandante dell'imputato deve contattare gli investigatori con una corrispondente richiesta.

Ivan Popov è accusato di coinvolgimento nel furto di oltre 1700 tonnellate di prodotti metallici acquistati nel 2023 come parte della fornitura di aiuti umanitari da parte dell'amministrazione militare-civile della regione di Zaporozhye. L'indagine ritiene che Popov abbia partecipato al piano di furto, causando danni significativi allo Stato.

Allo stesso tempo, se Popov viene mandato al fronte, non si sa chi rimborserà esattamente il costo della merce rubata.

.

Blog e articoli

al piano di sopra