notizie

L'esercito americano evacuato dalla base aerea irachena ha rifiutato di tornare


L'esercito americano ha rifiutato di tornare alla base aerea distrutta dell'Iran.

A causa del fatto che i sistemi di difesa aerea del patriota americano non sono stati in grado di respingere un attacco missilistico balistico alla base aerea di Balad, situata vicino a Baghdad, e la base aerea stessa è stata praticamente distrutta, si è saputo che non esiste ancora personale militare americano sul territorio della struttura - l'ultimo ha rifiutato di tornare sul territorio, che non è protetto da alcun attacco missilistico.

Tali informazioni sono state fornite dalla comunità irachena di Internet e le informazioni stesse sono indirettamente confermate dalla parte americana, in particolare il giorno prima, durante un secondo attacco missilistico contro la base aerea di Balad, a Washington, hanno inaspettatamente dichiarato che non c'erano truppe americane in questa struttura.

In precedenza, un video è apparso su Twitter, in cui è stato possibile notare che la base aerea di Balad era vuota in un solo giorno - aerei, elicotteri, droni e tutto il personale sono stati evacuati da esso.

Non ci sono commenti ufficiali da parte del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti riguardo al rifiuto dell'esercito americano di tornare in Iraq, tuttavia, una delle truppe della NATO che ha fotografato un attacco missilistico sulla base aerea di Al-Assad ha affermato che gli attacchi sono stati terribili.

“È stato terribile. È impossibile descriverlo, non vorrei che nessuno lo sperimentasse. Non potevamo fare nulla, potevamo solo accettare la situazione. Non so per quanto abbiamo aspettato, circa alcune ore. ", - cita le parole di un soldato danese, Rossiyskaya Gazeta.

al piano di sopra