notizie

È uno scherzo? Gli S-500 russi hanno imparato a abbattere missili inesistenti


I sistemi russi di difesa aerea Prometheus S-500 hanno imparato a colpire missili che non esistono.

Il progettista generale della società Almaz-Antey, i più recenti sistemi di difesa aerea e missilistica russi S-500 Prometheus, che non sono stati ancora adottati, sono in grado di colpire missili che non esistono. Tale affermazione ha suscitato molte critiche da parte degli utenti Web, dal momento che anche i test di stato di questo sistema non sono stati ancora completati.

“È uno scherzo? Come possiamo parlare della sconfitta della crociera e dei missili balistici, che non esistono nemmeno? ”

"Ancora una volta, i progettisti russi hanno deciso di esagerare sulle capacità dei sistemi di difesa aerea?"

Tuttavia, come si è scoperto, le parole del progettista generale della preoccupazione di Almaz-Antey non sono state semplicemente prese in questo modo e tali argomenti di non specialisti sono molto frettolosi.

Stiamo parlando di prevedere obiettivi chiave per i sistemi S-500 che potrebbero apparire in futuro, tra cui, con questo intendiamo la velocità di volo dei missili e delle loro testate, la contrazione da parte delle apparecchiature di guerra elettronica, ecc., E stiamo parlando di prospettive per il prossimo decennio.

"Secondo il progettista generale della preoccupazione di Almaz-Antey Pavel Sozinov, gli specialisti dell'azienda hanno cercato di fare una previsione per lo sviluppo di attività aerospaziali offensive per i prossimi 25 anni e ritengono di aver determinato in modo affidabile le caratteristiche che un potenziale avversario può raggiungere in questo periodo. Da loro derivano le capacità dell'S-500, che dovrebbe essere in grado di abbattere i mezzi di attacco non ancora esistenti, ma possibili in 5-10 anni "- trasmettere i media.

Secondo alcuni rapporti, l'S-500 russo sarà pronto per le consegne alle forze armate russe entro la fine di quest'anno.

Gli arabi semplicemente non sanno come lavorare su una tecnica come la "Conchiglia" ...

I siriani hanno già ricevuto il permesso dalla Russia di utilizzare l'S-300 contro gli aerei israeliani. Ora vediamo se possono o possono.

Questo è il potenziale! Questo lo capisco!

Probabilmente c'è un accordo.

L'esperto russo ha indicato le ragioni delle azioni di successo di Israele in Siria e ha affermato che Mosca non può permettersi una guerra con Gerusalemme
17 FEBBRAIO 2020 12:30
Facebook
Twitter
L'efficacia dell'aeronautica israeliana nel cielo della Siria è influenzata dalle sfumature geopolitiche, militari-tecniche, finanziarie e organizzative del personale. Questa è l'opinione del famoso esperto russo, osservatore militare del quotidiano Gazeta.ru Mikhail Khodarenka.

Analizzò l'efficacia della difesa aerea siriana e giunse alla conclusione che Mosca non era da biasimare.

Khodarenok ha osservato che il numero di missili israeliani e attacchi aerei contro obiettivi nel territorio siriano ha raggiunto diverse centinaia, mentre Israele praticamente non subisce perdite di combattimento.

Khodarenok ha sottolineato il fatto che non ci sono dati accurati disponibili al pubblico sul combattimento e sulla forza numerica, sulla prontezza al combattimento e sulla prontezza al combattimento delle forze di difesa aerea siriane e significa raggruppamento, informazioni chiare che consentano l'analisi delle operazioni di combattimento della difesa aerea siriana nel corso della repressione degli attacchi aerei da parte del nemico.

L'esperto cita come esempio l'ultimo degli attacchi israeliani contro oggetti in Siria, durante i quali i sistemi di difesa aerea S-125M, Buk-M2 e Pantsir-S furono gravemente danneggiati o distrutti.

"Il consumo totale di missili guidati antiaerei di subunità e unità di forze missilistiche antiaeree della Siria ammontava a 35 unità, il che indica di per sé un tiro piuttosto casuale", osserva l'esperto russo.

Conclude che l'idea di risolvere i problemi di sicurezza nello spazio aereo della Repubblica araba attraverso la fornitura di sistemi di armi antiaeree "Pantsir-S" ("Tor", "Buk-M2E"), sistemi di missili antiaerei (SAM) S- 300 si sono rivelati irrealistici.

Il resoconto del "Shell" siriano distrutto è già in decine, sottolinea Khodarenok.

L'esperto ha notato l'errore di un singolo sistema missilistico antiaereo (sistema) che fungerebbe da tesoro della spada, che risolverebbe immediatamente tutti i problemi della difesa aerea: anche la presenza di un eccezionale sistema di difesa aerea in termini di caratteristiche tattiche e tecniche dovrebbe essere considerata come un collegamento nel sistema di difesa aerea.

La fase successiva nella costruzione di un sistema di difesa aerea è la creazione di un sistema di difesa antimissile per missili e le impostazioni appropriate per le forze antimissili. Questa creazione, secondo Khodarenok, richiede complesse modellazioni matematiche, fornendo una copertura efficace per gli oggetti con tutti i massicci attacchi aerei.

Khodarenok rileva la mancanza di informazioni sullo spiegamento di un sistema di copertura di aerei da combattimento in Siria. Cita il seguente esempio: mai prima d'ora alla luce degli attacchi dell'aeronautica israeliana sono stati menzionati i riferimenti alle azioni degli intercettori da combattimento della difesa aerea siriana.

Khodarenok chiama un altro aspetto insolubile: finanziario.

"Supponiamo che tutte queste armi vengano consegnate e schierate in Siria. Sorge involontariamente - chi pagherà per tutto questo? Oggi la Russia non ha l'opportunità di fornire gratuitamente un tale volume di armi moderne", scrive l'esperto.

L'aspetto geopolitico, secondo l'esperto, dovrebbe essere attribuito al più importante.

Khodarenok ammette che lanciando missili e attacchi aerei contro gli obiettivi iraniani della struttura terroristica in Siria, Israele "sta combattendo per la sua sicurezza nazionale".

"La Russia non è in guerra con Israele e non combatterà con essa. La posizione di Mosca in questo senso è, diciamo, un po 'delicata. Da un lato, la Russia deve sostenere il suo alleato - la Siria. D'altro canto, Mosca non può permettersi di essere coinvolta nella lotta armata con Israele. Non ci sono ragioni imperative per questo ", dice l'articolo.

Definendo l'IDF uno degli eserciti più pronti al combattimento e ad alta tecnologia del mondo, composto da personale addestrato e motivato, l'esperto russo ammette che se Damasco è equipaggiato con le armi più moderne, i problemi con il personale dell'esercito siriano non spariranno. L'esperto chiama questi problemi il principale problema dell'esercito siriano.

Alla fine dell'articolo, l'esperto conclude che non ci si dovrebbe aspettare un cambiamento qualitativo nelle capacità dell'esercito di Assad di resistere agli attacchi aerei israeliani nel prossimo futuro.

Esperti russi hanno precedentemente notato il basso livello professionale delle unità di difesa aerea siriane: Israele ha aperto la "Conchiglia", poiché gli arabi hanno dimenticato il telefono in macchina.

D.A. Medvedev una volta lasciò sfuggire che il meteorite di Chebarkul fu distrutto dal complesso S-500. I test hanno avuto successo. Nulla di più è stato detto al riguardo, lasciamo che tutti pensino che il meteorite stesso si sia rotto

una domanda molto stupida, perché quelli esistenti non abbattono quelli esistenti in Siria?

Inesistente già abbatte inesistente

Non hanno cercato di abbatterli

Correggi la tua logica!

È proprio così che si ottiene la superiorità sul nemico: la creazione di armi per il futuro. E la Russia ha successo!

Opporsi a uno stato sviluppato non è nei nostri interessi, con 400 solo il nostro contingente è chiamato a difendere

A parole, va tutto bene, ma in Siria i missili israeliani non possono essere abbattuti.

pagina

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra