notizie

Erdogan chiude il Bosforo alle navi da guerra russe, ma solo seguendo le coste della Siria


Ad Ankara, decisero di chiudere il Bosforo alle navi da guerra russe destinate alla Siria.

Sullo sfondo di come, in risposta alle azioni della Turchia di fornire armi ai terroristi di Idlib e Aleppo, la Russia abbia iniziato a fornire attivamente armi e munizioni agli armamenti siriani, si è saputo che Erdogan stava chiudendo il passaggio alle navi da guerra russe che si stavano dirigendo verso la costa siriana.

“Nei giorni scorsi Ankara ha vietato il passaggio di un aereo da trasporto militare Tu-154 delle forze aerospaziali russe e due bombardieri Su-24M sul suo territorio. Inoltre, gli aeromobili Rosguard non possono entrare nello spazio aereo. A questo proposito, l'aereo ha dovuto cambiare rotta, sorvolando il Mar Caspio e i territori dell'Iran e dell'Iraq. Ankara ha imposto un divieto al volo di aerei militari russi sui suoi territori dopo negoziati infruttuosi a Mosca per risolvere la situazione a Idlib. Tuttavia, come affermato dal capo del ministero degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, i negoziati a livello dei capi dei due paesi possono essere proseguiti all'inizio di marzo. Secondo lui, "ora le parti russe e turche stanno discutendo della possibilità di pattugliamento congiunto a Idlib". Apparentemente stanno discutendo sotto la pressione non espressa di Ankara in relazione al divieto di passaggio di aerei militari russi attraverso il territorio della Turchia in Siria. Un esperto militare, capitano di 1 ° grado, Sergei Ishchenko, una settimana fa ha predetto la decisione di Ankara di influenzare "il funzionamento delle basi militari russe a Khmeimim e Tartus". Quindi ha suggerito che la Turchia potrebbe vietare il passaggio di aerei militari russi attraverso il suo territorio "- rapporti Giornale indipendente», facendo riferimento ai dati della risorsa "Notizie libere".

In precedenza, l'agenzia di stampa Avia.pro ha anche citato dati secondo cui la Turchia potrebbe chiudere il passaggio delle navi da guerra russe attraverso le sue acque, ma, ovviamente, lo farebbe solo come ultima risorsa. Tuttavia, date le informazioni fornite, gli esperti ritengono che la Russia non sarà in grado di garantire la consegna di munizioni e armi all'esercito siriano se Ankara avesse davvero deciso di fare un simile passo.

Salviamo il cherosene

Quale potrebbe essere l'immagine di un paese con una popolazione povera?

Gli inglesi chiuderanno Gibilterra, in Egitto per evitare conflitti con l'Europa e gli Stati Uniti chiuderanno il canale di Suez e la trappola del Mediterraneo chiuderà per noi.

Dovrà espandere il Bosforo, meccanicamente!

CONSEGNA IN MODO ALTRO ... RICERCA OPZIONI .... PER ESEMPIO CONSEGNA A CARICO O .... E CONSEGNA DA IRAN A IRANIAN IRAN

La domanda è se Putin si aggraverà, e questo è improbabile alla luce della guerra del gas. Quindi contratteranno per un lungo e noioso

Nella giusta direzione pensi

Probabilmente hai dimenticato che la Turchia è membro della NATO e ha il 2 ° esercito più forte dell'Alleanza.

La Turchia è un membro della NATO

Flirtare con la Turchia fin dall'inizio è stata una stupidità senza speranza. E se hai iniziato, devi fare una scelta. tra Erdogan e Assad.

Il colpo è senza dubbio molto forte sull'immagine del nostro paese.
L'URSS dichiarò che dopo il primo lancio di missili da Istanbul non era rimasto abbastanza.

La Russia aveva, è e avrà solo due alleati: il suo esercito e la sua marina. Alessandro III era una persona molto intelligente, ha capito molto nella sua vita attuale. È un peccato che nel tempo tutto sia cambiato, e non per il meglio, sfortunatamente.

quando hanno chiuso gli stretti?

Bene, allora hai bisogno di un altro scudo per battere il cancello.

Tali azioni ostili non rimarranno senza risposta. Russia e Turchia hanno forti legami economici, quindi c'è leva. Se si tratta di chiudere gli stretti, ciò comporterà una minaccia per gli interessi nazionali della Russia nel Mediterraneo orientale. In questo caso, Erdogan non scende con i pomodori. Naturalmente, non bombarderemo Istanbul, ma è facile saccheggiare la forza militare turca a Idlib. Dubito che il sultano pazzo sacrifichi 7000 dei suoi soldati per il dubbio piacere di affrontare la Russia in mare.

"Tuttavia, date le informazioni fornite, gli esperti ritengono che la Russia non sarà in grado di fornire la consegna di munizioni" === Perché non nominare gli specialisti? Questo è disonorevole. Conosco questi esperti: uno vive al piano terra, Kostyan, batte e raccoglie tori, l'altro - Voha - il suo compagno e compagno di bevute. Tutti vivono a Otradnoye.

La Russia sarà senza dubbio in grado di garantire la consegna di munizioni e armi in Siria dal Baltico e dai porti settentrionali attraverso Gibilterra. Ciò aumenterà leggermente il costo del trasporto e richiederà più tempo, ma non farà male a sconfiggere gli allevatori turchi a Idlib.
Ci si dovrebbe aspettare che dopo questo la Russia cesserà di fare i conti con l'opinione e gli interessi dei turchi in Siria. A nostra volta, dovremmo considerare il congelamento della costruzione di centrali nucleari in Turchia come misura di risposta, nonché la riduzione al minimo delle relazioni commerciali con questo paese e il reindirizzamento dei flussi turistici verso l'Egitto. E sostenere queste misure fino a quando non torneranno al pieno controllo di Damasco in tutti i territori occupati dai Turchi.

A questo proposito, ricordo la situazione in cui negli anni '70 del secolo scorso la Turchia aveva già tentato di chiudere il passaggio attraverso il Bosforo nel Mediterraneo per le navi da guerra dell'allora Unione Sovietica.

Andrey Gromyko 1 Andrey Gromyko 2 Andrey Gromyko 3

A questo atto "amichevole" della Turchia, l'allora ministro degli affari esteri dell'URSS, il nostro famoso "Mr. NO", il compagno Gromyko Andrei Andreyevich, parlando in modo informale con i giornalisti americani, ha detto tra l'altro che la flotta sovietica del Mar Nero avrebbe bisogno solo di un paio di salvos di razzi. Di conseguenza, oltre al Bosforo, appariranno altri due passaggi nel Mediterraneo, ma purtroppo non ci sarà Istanbul. Dopo queste parole, la Turchia non ha mai più sollevato la questione della chiusura del Bosforo alle navi da guerra dell'URSS.

pagina

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra