Bombardiere B-52

notizie

Il bombardiere strategico americano ha simulato un attacco missilistico in Kamchatka


Il bombardiere strategico americano B-52 Stratofortress ha simulato uno sciopero in Estremo Oriente russo.

Come risulta dalle informazioni fornite dai media, poche ore fa, il bombardiere strategico americano B-52 Stratofortress ha simulato un attacco missilistico sull'Estremo Oriente russo. È stato riferito che un velivolo in grado di trasportare a bordo armi nucleari è stato in grado di avvicinarsi alle frontiere russe per meno di 100 chilometri, dopo di che ha completato un attacco missilistico e si è sdraiato sulla rotta.

Il comando delle forze aerospaziali russe e dei rappresentanti del Ministero della Difesa della Federazione Russa non hanno ancora commentato l'imitazione dell'attacco, ma questo fatto ha suscitato molte domande tra gli esperti.

"Se il bombardiere strategico americano è stato individuato dai sistemi di difesa aerea russi, perché non è stato almeno accompagnato da combattenti. Se un aereo in grado di trasportare armi nucleari a bordo non viene notato, allora ci sono ancora più domande sui sistemi di difesa aerea russi ”, - osserva l'analista.

Va chiarito che in precedenza i bombardieri strategici americani B-52 Stratofortress avevano già tentato di avvicinarsi ai confini della Russia occidentale, ma erano stati ripetutamente intercettati dai combattenti russi in avvicinamento.

L'autore non ha toccato l'argomento del possesso degli Stati Uniti come mezzo principale per distruggere la Russia. Ammiro i talenti e i talenti degli armaioli russi. Ma dobbiamo ancora ricordare che non solo i loro prodotti determinano la vittoria nel confronto politico ed economico sulla scena mondiale! La domanda principale rimane la questione della prontezza (e capacità!) Della leadership russa di ordinare l'uso di tutto il potere delle armi russe in una situazione critica per il paese. Altrimenti, questo è un altro bluff, per pompare la "valutazione" al presidente. Non è più possibile nascondere il fatto spiacevole che la "élite" russa di 30, da anni, trasferisca tutti i suoi beni materiali a banche e investimenti a "partner" stranieri (beneficiari). E le loro famiglie lì, nella grazia dell '"ovest civilizzato", si abbandonano alle gioie della vita, imparano e si divertono, si moltiplicano e si impegnano in affari redditizi. (Un esempio è la famiglia Abramovich, che vive con risorse russe in Israele). Solo nella sola Londra ci sono diverse migliaia di palazzi di oligarchi russi. E quanti ce ne sono in tutto l '"ovest civilizzato"? Il detto preferito del grande democratico B. Eltsin era: "Ecco, panmash, che scoppietta!" Quindi è possibile che la dura mano di Putin non sussulti per distruggere in un colpo solo le innumerevoli ricchezze della sua proprietà? Indubbiamente "guadagnato da un lavoro duro e onesto". E, soprattutto, in che modo "l'elite" russa, strettamente connessa con l '"ovest civilizzato", si collega a tale aspirazione?

pagina

al piano di sopra