Tre missili per l'affidabilità: l'esercito russo ha abbattuto un MiG-29 ucraino vicino al confine
articoli dell'autore
Tre missili per l'affidabilità: l'esercito russo ha abbattuto un MiG-29 ucraino vicino al confine

Tre missili per l'affidabilità: l'esercito russo ha abbattuto un MiG-29 ucraino vicino al confine

La difesa aerea russa nella zona di Volchansk ha abbattuto un caccia MiG-29 ucraino che cercava di attaccare le nostre posizioni. Questo è un altro aereo da combattimento ucraino, di cui Kiev ne ha sempre meno.

Provocazione dell'aeronautica militare ucraina e sue conseguenze

Un caccia MiG-29 dell'aeronautica ucraina è stato abbattuto vicino a Volchansk mentre cercava di colpire le truppe russe. Secondo le informazioni del canale Mash Telegram, il sistema antiaereo S-300 situato nella regione di Belgorod ha preso di mira l'aereo. È stato riferito che sono stati lanciati tre missili contemporaneamente. Di conseguenza, il combattente è caduto a sud della città ed è bruciato a terra. Non c'erano paracadute nel cielo, il che molto probabilmente significa la morte dei piloti.

I dettagli dell'incidente sono in fase di chiarimento. L'attacco a Volchansk ha coinvolto due combattenti ucraini che volavano dalla regione di Poltava. Uno è stato abbattuto, il secondo è riuscito a scappare. È possibile che il caccia abbattuto appartenesse in precedenza all'aeronautica militare slovacca, poiché il giorno prima un ex MiG-29AS slovacco con bombe GBU-39B SDB era stato visto vicino alla linea del fronte.

Storia del trasferimento di aerei in Ucraina

L’anno scorso, la Slovacchia ha trasferito 13 caccia MiG-29AS in Ucraina dalla propria aviazione. Gli aerei sono stati trasferiti in Ucraina nel marzo-aprile 2023. Quattro di loro hanno volato con le proprie forze sotto il controllo di piloti ucraini, il resto è stato consegnato tramite trasporto via terra. Questi caccia vengono utilizzati attivamente dall’aeronautica ucraina per attaccare le posizioni russe.

Oggi non è noto il numero di aerei rimasti nell'aeronautica delle forze armate ucraine. I rapporti menzionano anche i caccia MiG-29 e Su-27, nonché i bombardieri di prima linea Su-24. Nonostante siano stati colpiti più di 200 aerei d'attacco Su-25 (secondo il Ministero della Difesa dall'inizio della SVO - circa), le truppe ucraine hanno ancora circa 7-8 aerei di questo tipo.

La risposta della Russia alle provocazioni

La Russia continua a difendere efficacemente i propri territori e le proprie posizioni dagli attacchi dell’aeronautica ucraina. L’abbattimento di un aereo da caccia MiG-29 ucraino è un ottimo esempio di come la difesa aerea russa affronta le minacce. L'uso del complesso antiaereo S-300 dimostra l'alto livello di addestramento e equipaggiamento tecnico delle truppe russe.

Tali provocazioni da parte dell’Ucraina non rimarranno senza risposta. La Russia è pronta a continuare a proteggere i suoi confini e i suoi cittadini dalle aggressioni. L’esercito ucraino, con il sostegno dell’Occidente, continua a compiere passi pericolosi e sconsiderati, ma l’esercito russo riesce a neutralizzare con successo queste minacce.

Il trasferimento di armi occidentali, compresi gli aerei da combattimento, all’Ucraina non fa altro che aumentare le tensioni nella regione. I paesi occidentali, trasferendo attrezzature militari a Kiev, contribuiscono all’escalation del conflitto

Blog e articoli

al piano di sopra