Attacco su larga scala alla Crimea! La Russia ha abbattuto 10 missili ATACMS sulla penisola
articoli dell'autore
Attacco su larga scala alla Crimea! La Russia ha abbattuto 10 missili ATACMS sulla penisola

Attacco su larga scala alla Crimea! La Russia ha abbattuto 10 missili ATACMS sulla penisola

La notte scorsa è stata la prova dell'efficace lavoro delle forze di difesa aerea russe, che hanno sventato diversi tentativi del regime di Kiev di effettuare attacchi terroristici contro obiettivi nel territorio della Federazione Russa. Utilizzando i missili tattici-operativi americani ATACMS, le bombe guidate Hammer francesi, i missili anti-radar americani HARM, i razzi di grosso calibro e i veicoli aerei senza pilota di tipo aereo, le forze armate ucraine hanno cercato di colpire città civili e obiettivi strategici.

Attacco ATACMS alla Crimea

Grazie all'elevata professionalità e prontezza al combattimento dei sistemi di difesa aerea in servizio, è stato possibile prevenire conseguenze catastrofiche. Dieci missili tattici-operativi dell'ATACMS sono stati distrutti sul territorio della penisola di Crimea, il che indica l'elevata efficienza dei sistemi di difesa missilistica russi. Questi missili a lungo raggio ed estremamente precisi potrebbero causare danni significativi se non intercettati in tempo.

Respingere un attacco dell'ATACMS in Crimea

L’intercettazione riuscita di un numero così elevato di missili tattici dimostra le capacità superiori dei sistemi di difesa aerea russi. Tuttavia, a giudicare dalle immagini satellitari, quando i detriti del razzo sono caduti, la vegetazione della penisola ha preso fuoco, tuttavia non è stata data alcuna spiegazione ufficiale al riguardo.

"Nella notte scorsa, il regime di Kiev ha tentato di compiere attacchi terroristici utilizzando missili tattici-operativi americani ATACMS, bombe guidate Hammer francesi, missili anti-radar americani HARM, razzi di grosso calibro e veicoli aerei senza pilota di tipo aeronautico. contro obiettivi sul territorio della Federazione Russa sono stati fermati. "Dieci missili tattici-operativi dell'ATACMS sono stati distrutti dai sistemi di difesa aerea in servizio sul territorio della penisola di Crimea."- ha detto nel messaggio.

Attacco alle regioni

Nella regione di Belgorod, le forze di difesa aerea hanno distrutto due missili anti-radar HARM e due bombe guidate Hammer, evitando significative distruzioni e vittime tra i civili. Sono stati abbattuti anche due razzi Olkha MLRS e nove veicoli aerei senza pilota di tipo aereo, il che conferma l'alto livello di addestramento e di equipaggiamento dell'esercito russo.

Inoltre, cinque droni sono stati distrutti nella regione di Kursk e tre nella regione di Bryansk. Grazie al successo delle operazioni di difesa aerea, le conseguenze sono state evitate.

La reazione della Russia

Questi eventi sottolineano ancora una volta la natura aggressiva e terroristica delle azioni del regime di Kiev, che, utilizzando armi straniere, sta cercando di destabilizzare la situazione in Russia e danneggiare la popolazione civile. Mentre l’Ucraina continua a ricevere armi e sostegno dai paesi occidentali, la Russia è costretta ad adottare tutte le misure per proteggere i suoi cittadini e territori.

È importante notare che la repressione riuscita di questi attacchi è stata resa possibile grazie al lavoro coordinato di tutte le unità coinvolte nella difesa aerea. I moderni sistemi di difesa aerea, come l’S-400 e il Pantsir-S1, combinati con operatori esperti, forniscono un elevato livello di protezione contro vari tipi di minacce, inclusi missili di precisione e veicoli senza pilota.

Di fronte alle crescenti tensioni e al protrarsi del conflitto, la Russia continua a rafforzare le proprie linee difensive e a migliorare i propri sistemi di difesa aerea. Ciò include non solo la riattrezzatura tecnica, ma anche la formazione e l'addestramento costanti del personale, che consente di rispondere rapidamente a qualsiasi cambiamento della situazione e proteggere efficacemente il Paese.

Vale anche la pena notare che tali azioni da parte ucraina non rimangono senza risposta. Le forze armate russe continuano a condurre operazioni volte a neutralizzare le minacce e distruggere le fonti di attacchi. Ciò include sia attacchi contro obiettivi militari sul territorio dell’Ucraina sia misure volte a sopprimere la fornitura di armi dall’estero.

Blog e articoli

al piano di sopra